PROGETTO CON LO SPORT CONTRO IL FUMO IL 21 MAGGIO A CASTELNUOVO VAL DI CECINA

IL DIPARTIMENTO DELLA FORMAZIONE SCRIVE AI COMUNI ORGANIZZATORI

Carissimi.

Vi

chiedo

cortesemente

di

verificare

che

i

disegni

siano

stati

fatti

nei

diversi

Istituti

comprensivi

del

territorio

ed

anche

nei

singoli

plessi

comunali.

Il

giorno

8

aprile

2015

alle

ore

21.15

ci

ritroveremo

presso

il

comune

di

Laiatico

per

la

scelta

dei

vincitori

del

concorso

grafico.

Quindi

significa

che

ci

sono

ancora

due

settimane

e

se

qualche

scuola

non

avesse

provveduto

è

sempre

in

tempo

a

partecipare

ed

eventualmente

ad

aggiudicarsi

un

premio.

Ovviamente

per

quella

data

è

necessario

che

ogni

assessore

o

delegato

abbia

raccolto

i

disegni

all’interno

del

proprio

plesso

e

sia

quindi

in

grado

di

portarli

a

Laiatico

il

giorno

8.4.2022.

I

disegni

che

non

perverranno

in

tempo

non

saranno

ammessi,

ovviamente.

Nel

frattempo

ho

fatto

il

sopralluogo

alla

struttura

di

Castelnuovo

VC

che

ospiterà

la

festa

sportiva,

con

l’assessore

Bilei

e

il

fiduciario

CONI

di

zona.

E’

una

struttura

bellissima:

complimenti

al

Comune

di

Castelnuovo

ma

potrete

vederla

da

voi

stessi.

Solo

questo

vale

il

viaggio.

La

festa

sportiva

vi

ricordo

che

ci

sarà

il

giorno

sabato

21

maggio

e

parteciperanno

squadre

di

20

studenti

(10

maschi

e

10

femmine)

per

ogni

plesso

comunale:

Monteverdi

M.mo,

Castelnuovo

VC,

Pomarance,

Montecatini

VC,

Volterra,

Laiatico,

Terricciola,

Capannoli, Peccioili e Palaia.

Richieste al Comune di Castelnuovo VC e regole per tutti:

Occorre

che

a

tutta

la

strada

dell’impianto

sia

imposto

il

divieto

di

sosta

in

modo

che

i

pullman

che

desiderano

sostare

possano

farlo

sul

lato di sinistra scendendo, perché sulla destra ci sono le abitazioni e sulla sinistra appunto l’impianto.

I ragazzi man mano che arrivano devono essere fatti entrare subito dal cancello posto verso la valle.

Entrano

e

attraversano

tutto

il

campo

ponendosi

nello

spazio

posto

dall’altra

parte

del

campo:

quella

è

la

zona

a

loro

riservata

dalla

quale possono uscire solo per i giochi o per andare al bagno.

Lo spazio di gioco sarà quello delimitato dalle piste.

Presso

l’entrata

di

cui

sopra

verrà

posto

il

tavolo

della

giuria,

a

ridosso

dello

spazio

di

gioco.

Occorre

un

tavolo

per

tre

persone

oltre

ad

un tavolo d’appoggio delle stesse dimensioni.

Al tavolo deve essere portata energia elettrica per gli impianti d’uso della giuria.

Mi

raccomando

che

i

ragazzi

e

i

professori,

tutti

insomma,

indossino

scarpette

da

tennis,

altrimenti

non

potranno

avere

accesso

all’impianto.

Sarà necessario mettere a disposizione i bagni dei campi da tennis.

I giochi inizieranno dopo le nove ma non dopo le 9,30, con le squadre che saranno presenti e poco alla volta coinvolgeranno tutti.

I giochi termineranno prima di mezzo giorno per consentire la premiazione e una partenza in tempi adeguati.

Ricordo

a

tutti

che

probabilmente

sarà

presente

il

Presidente

Nazionale

del

CSI

Vittorio

Bosio

che

potrà

dirci

qualche

parola

di

saluto

ed,

eventualmente,

potrà

partecipare

alle

premiazioni.

Per

quanto

riguarda

i

giochi,

due

specialità

che

sono

state

abolite:

corsa

nei

sacchi

e

gamba

zoppa,

al

fine

di

evitare

i

piccoli

infortuni

che

talvolta

si

sono

verificati

nel

tempo.

Questi

giochi

sono

stati

sostituiti,

come

da

allegato,

dal

salto

della

rana

e

dalla

corsa

a

spola:

se

sarà

possibile

nei

tempi

effettueremo

tutti

e

due

i

nuovi

giochi

(attenzione

i

concorrenti

al

tiro

cieco

sono

quattro).

Sono

ovviamente

a

disposizione

di

tutti

voi,

compresi

i

Prof

di

Motoria

se

vorranno,

per

chiarimenti

e

quant’altro

necessario.

GIOCHI - AGGIORNATI CON LE NUOVE SPECIALITA’

Tiro

alla

fune

===>>

dieci

concorrenti

per

squadra

(5M+5F)

si

appostano

da

un

lato

della

fune.

La

fune

viene

stesa

nella

piazza,

una

squadra

per

ogni

lato:

vincerà

chi

tirerà

verso

la

propria

postazione

gli

avversari

oltre

un

certo

limite.

E’

proibito

avere

scarpe

speciali,

legare

in

qualche

modo

la

fune

al

braccio

ed

ogni

altra

soluzione

innaturale.

Torneo

ad

eliminatoria

diretta

con

un

ripescaggio

dopo

le

prime

eliminatorie (quarti) ed un altro prima delle semifinali. Entrambi ripescaggi avvengano per estrazione a sorte insindacabile.

Bandierina

===>>

i

dieci

concorrenti

rimanenti

si

appostano

ad

un

lato

della

piazza

(gli

avversari

dall’altro)

ed

ogni

ragazzo/a

rappresenta

un

numero.

La

disposizione

deve

essere

fatta

in

ordine

di

numero

da

uno

a

dieci.

A

numero

chiamato

dall’arbitro

i

due

convenuti

si

sfidano

a

chi

prende

la

bandierina

e

la

porta

nel

proprio

campo

senza

farsi

raggiungere

dall’avversario.

Chi

si

fa

raggiungere

perde.

Chi

supera

la

linea

della

bandierina perde. Torneo a formula identica alla precedente del tiro alla fune (5M+5F).

Tiro

di

spalle

===>>

un

lui

ed

una

lei

della

stessa

squadra

vengono

legati

di

spalle.

Un

secchio

(od

altro

contenitore)

viene

posto

a

circa

cinque

metri

in

mano

ad

una

compagna

di

squadra.

Al

segnale

dell’arbitro

il

giocatore

legato

posto

di

spalle

tira

all’indietro

una

palla

(da

pallamano

o

da

tennis)

e

la

compagna

deve

cercare

di

far

cadere

la

palla

nel

secchio

senza

superare

un

preciso

limite

di

spazio.

Se

la

palla

cade

in

terra

è

bruciata

(palle

a

disposizione

tre),

se

la

palla

va

nel

secchio

un

compagno

la

prende

e

la

porta

al

tiratore

affinché

tiri

di

nuovo.

Intanto

la

coppia

legata

si

gira

di

180°

al

fine

di

alternare

il

tiratore.

Le

palle

a

disposizione

sono

tre

e

una

compagna

si

preoccupa

di

alimentare

il

tiratore

con

nuove

palle

in

sostituzione

di

quelle

bruciate.

I

due

legati

ogni

volta

che

hanno

tirato

girano

su

se

stessi

ponendosi

al tiro sempre in alternanza. Gioco dal tempo massimo di trenta secondi (o un minuto). Vince chi fa più secchi.

Nuovi giochi

Salto

della

rana

===>>

(IN

SOSTITUZIONE

DELLA

CORSA

NEI

SACCHI)

Una

squadra

è

composta

da

5

ragazzi

e

5

ragazze.

Parte

il

primo

e

da

fermo

a

gambe

unite

salta

fermandosi

in

piedi,

a

questo

punto

il

secondo

compagno

si

mette

con

i

talloni

adiacenti

alle

dita

dei

piedi

del

compagno

che

ha

appena

saltato

e

fa

un

salto

in

avanti

e

così

via.

Vince

la

squadra

che

riesce

ad

arrivare

più

lontano

indipendentemente

dal

tempo impiegato.

Corsa

a

spola

===>>(IN

SOSTITUZIONE

DELLA

GAMBA

ZOPPA).

Una

squadra

è

formata

da

10

componenti

della

classe

(quelli

esclusi

dalla

rana),

cinque

maschi

e

cinque

femmine,

che

corrono

un

percorso

uguale

per

tutti,

facendo

partire

il

compagno/a

una

volta

arrivati

alla

fine

del proprio percorso. E’ di fatto una staffetta. Vince la classe che mette meno tempo.

RIEPILOGO DI PARTECIPAZIONE DEI VENTI STUDENTI PRESENTI PER PLESSO

10

RAGAZZI

E

10

RAGAZZE

OGNI

SQUADRA:

10

BANDIERINA

(5+5)

-

10

TIRO

ALLA

FUNE

(i

10

non

impegnati

nella

bandierina

5+5)

-

5

TIRO

CIECO

- 10 SALTO DA FERMO (5+5) - 10 CORSA A SPOLA (i 10 non impegnati dal salto da fermo 5+5)

Da questo riepilogo si evidenzia una maggiore partecipazione di tutti i ragazzi rispetto alle precedenti edizioni.

Mario Pertici – Dipartimento Formazione CSI Volterra

Attività Scolastica - Programma 2021/2022
© CSI Volterra
COMITATO DI VOLTERRA